• Home
  • Concorso Pianistico Verona
Il Concorso

Il Concorso

Verona International Piano Competition (VIPC) nasce nel 2011 per commemorare la figura di Franz Liszt nel bicentenario della nascita, grazie al fattivo e determinante sostegno del compianto Aldo Ciccolini, presidente onorario.

Fin dai suoi esordi il Concorso è punto di riferimento nel panorama dei premi pianistici internazionali: l'anno successivo, infatti, viene accolto quale membro ufficiale della Alink-Argerich Foundation e ha oggi al suo attivo prestigiose collaborazioni con enti musicali italiani e internazionali. Ha premiato giovani pianisti oggi inseriti nei circuiti concertistici internazionali come Elizaveta Ivanova - Russia (2012), Mamikon Nakhapetov - Georgia (2013), Yoonhee Yang - Corea del Sud (2014), Evgeny Brakhman - Russia (2015), Jin-Hyeon Lee - Corea del Sud (2016), Florian Mitrea - Romania (2016) e Vasyl Kotys - Ucraina (2017).

Il Concorso si caratterizza per il rigore del giudizio delle Commissioni che fin qui si sono succedute, trasparenti nelle votazioni e sempre disponibili al dialogo con tutti gli iscritti. Ricordo i Presidenti di queste edizioni: Roberto Cappello (Italia), Leslie Howard (Inghilterra), Francois-Joël Thiollier (Francia) e Boris Bloch (Ucraina).

L'atmosfera accogliente che si "respira" al VIPC diventa, quindi, opportunità di confronto, comunicazione, solidarietà e amicizia tra i candidati: più di settecento i ragazzi, da più di trenta nazioni diverse, che ad oggi hanno scelto Verona come tappa del loro percorso artistico, entusiasti dell'esperienza e dell'efficiente organizzazione. Non posso non ringraziare i membri del Comitato d'Onore, le Commissioni Giudicatrici, gli sponsor pubblici e privati, l'organizzazione e tutti coloro i quali aiutano in modo determinante il VIPC.

Roberto Pegoraro

(Direttore Artistico)

Questo sito utilizza i cookies